Notte Europea dei Ricercatori 2017
settembre 12, 2017
Energia e sviluppo sostenibile, accordo Unibo-Enea
settembre 12, 2017
Dodici milioni di euro per finanziare Progetti di Ricerca Industriale e Sviluppo Sperimentale in materia di “scienze della vita” e “green economy”. È questo l’obiettivo dell’Avviso Pubblico “Progetti Strategici”, che intende sostenere il consolidamento dei collegamenti tra i dipartimenti universitari e i centri di ricerca, pubblici e privati.

In particolare la dotazione dell’avviso - a valere sull’azione 1.1.4 del POR FESR Lazio 2014-2020 - è ripartita in due quote di uguale importo, pari a 6 milioni di euro, per ciascuna delle Aree di Specializzazione (AdS) “scienze della vita” e “green economy”.
Le risorse saranno concesse per realizzare progetti di ricerca che attuino un’effettiva collaborazione tra Organismi di Ricerca (OdR) e Imprese, tra cui obbligatoriamente le PMI, con l’obiettivo di favorire la generazione e la condivisione di conoscenza, lo sviluppo di soluzioni tecnologiche e di applicazioni innovative, anche attraverso la promozione di aggregazioni in grado di valorizzare e mettere a sistema le eccellenze regionali di livello internazionale.

Destinatari dell’Avviso Pubblico sono, pertanto, le aggregazioni tra Organismi di Ricerca ed Imprese stabili o temporanee (ATS), già costituite al momento della domanda o da costituirsi obbligatoriamente entro 60 giorni dalla Data di Concessione della Sovvenzione. In ogni caso le aggregazioni dovranno prevedere la collaborazione tra almeno 4 imprese e 1 Organismo di Ricerca.
La Sovvenzione è sotto forma di contributo a fondo perduto, per una quota massima dell’80%, concessa ed erogata in percentuale alle spese ammissibili effettivamente sostenute e correttamente rendicontate. Le spese per il personale dipendente, come ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario, dovrà essere pari almeno al 40% del totale della spesa ammessa per l’intero progetto.